Pagine

+raccontaci la tua storia :: la rivincita degli eroi 2013 by Cesare Marescotti












Il week end del 19/20 di Ottobre io e quattro miei amici e una Fiat Uno del 1991 abbiamo deciso di partecipare al Rally degli Eroi- La Rivincita.


Una particolare tipologia di gara in cui i partecipanti devono avere macchine immatricolate prima del 1999, a due ruote motrici e non stile piccola jeep. Inoltre ogni squadra deve avere un tema da cui è travestito e da cui ha “travestito” anche la macchina 


La gara è stata disputata al crossodromo di Lodi in un tracciato di 3 km tra la pista da cross e un fettucciato allestito apposta per l’occasione. Le squadre partecipanti erano 38 tra cui noi, la 34, il team Vacca-gare. 



La gara è divisa in 2 manche da 3 ore la Domenica, il Sabato c’è stato solamente il briefing con la spiegazione delle regole e un’ora di prova pista.


La gara è cominciata. Domenica alle nove del mattino devo dire che noi eravamo un po’ preoccupati poiché eravamo i meno preparati tutte le squadre montavano almeno le gomme da fango e quasi tutte avevano la macchina rialzata e un roll-bar. Noi con la nostra Uno speravamo di finire la prima manche! Eravamo privi di qualsiasi rinforzo motore, gomme, sospensioni e ammennicoli vari. La nostra unica elaborazione era stata tagliare una parte di marmitta per fare almeno un po’ di casino!

La prima manche è stata emozionante 3 ore di gara no stop in cui io e i miei tre amici, uno è stato placcato dai suoi genitori per partecipare al felice compleanno della pro zia, ci siamo alternati nella guida cercando di andare il più forte possibile e allo stesso tempo far resistere la macchina il più possibile.
Nella pausa tra prima e seconda manche, mentre controlliamo la macchina e facciamo qualche piccola riparazione, il fotografo si complimenta con noi per la nostra seconda posizione. Noi non sapendo di essere così avanti in classifica ci gasiamo da morire e ci prepariamo alla seconda manche più carichi che mai!

La seconda manche è stata per tutti e quattro più difficile perché il tracciato era al contrario e avevamo la stanchezza della mattina che si faceva sentire Inoltre eravamo tutti e quattro più silenziosi e attenti, volevamo a tutti i costi arrivare alla fine e speravamo che la macchina ci arrivasse… Ma non fu così! 

Purtroppo a 25 minuti dalla fine, mentre eravamo ancora secondi, si è rotto il supporto del cambio e il motore è caduto quasi fino a terra impedendoci di proseguire e costringendoci a chiamare il trattore per tirarci fuori dalla pista.
Dopo esserci tutti arrabbiati e rattristati per non essere riusciti a finire il rally, durante le premiazioni, abbiamo appreso che nonostante la rottura il nostro numero di giri ci ha permesso di arrivare in sesta posizione che è comunque un ottimo risultato visto la nostra macchina e che quasi tutti i partecipanti erano meccanici, preparatori e carrozzieri.

Alla fine è stata una bella avventura molto infangata e che, per chi si sente abbastanza coraggioso da partecipare a un rally con una Fiat Uno, Panda, Punto, Lancia y 10 innocenti o altre macchine del genere, consiglio assolutamente! Un’esperienza da non perdere!


@CezCesare ci racconta la sua esperienza al Rally degli Eroi-La Rivincita 2013
Tutti abbiamo una storia da +raccontare.

Inviando una mail all'indirizzo cattoneroberto@gmail.com
La condivideremo con tutti i nostri amici nella nostra pagina web latitudini.org

EGITTO II 
EGITTO I
RUSSIA
GIORDANIA
LIBIA II
LIBIA I
TURCHIA